La vicenda ha del surreale, purtroppo.

Non c’è pace per la linea arancio della metropolitana romana; infatti dopo la stazione Baldo degli Ubaldi, per consentire la revisione ordinaria degli impianti di stazione (scale mobili ed ascensori), dal prossimo 30 dicembre chiuderà anche la stazione Cornelia, condannando – di fatto – il quartiere Aurelio all’isolamento.

La vicenda ha scatenato l’ira dei residenti che si interrogano su come sia possibile programmare la chiusura contemporanea delle due stazioni a servizio del quartiere. Non è chiaro, infatti, come questa amministrazione non abbia pensato di predisporre, al fine di limitare al massimo i disagi per l’intero quadrante, la chiusura della stazione Cornelia solo dopo aver atteso la riapertura della stazione Baldo degli Ubaldi.

Ancora una volta si conferma il pressapochismo con il quale vengono gestiti interventi di questo genere.

Come circolo Destra Sociale saremo sempre al fianco dei cittadini per difendere il diritto alla mobilità e vigileremo sulla durata dei lavori (ancora incerta) affinché l’importante nodo di Cornelia venga riattivato quanto prima.