Lettura in < 1 minuto

Esasperazione. Questa è la parola più appropriata per descrivere lo stato d’animo dei residenti del quartiere Prati che da anni, anzi da decenni, attendono lo spostamento dello storico mercato dei fiori di via Trionfale. Una convivenza difficile che mette in contrasto il diritto dei commercianti ad esercitare la propria attività con quello dei residenti a vivere serenamente in un contesto salubre e decoroso.

Osservando la struttura in cemento armato, ormai fatiscente, che ospita al suo interno il mercato dei fiori e’ possibile notare i segni del tempo ma anche quelli dell’incuria: recinzioni con avviso di «pericolo caduta materiali dall’alto», cavi scoperti e immondizia varia fanno da cornice ad un’area di proprietà comunale su cui ogni notte convergono (dalle due del mattino fino al sorgere del sole!) decine e decine di automezzi che caricano e scaricano merce in un continuo avvicendarsi di urla, schiamazzi e andirivieni di carrelli il cui effetto sull’equilibrio psichicofisico – e quindi sul sonno – dei residenti è facilmente immaginabile.

Il Comune di Roma ha il dovere di dare risposte ai cittadini ormai esasperati e di intervenire affinché le attività di carico e scarico merci vengano effettuate in orari tali da garantire una degna qualità della vita ai residenti. Auspichiamo, inoltre, che si avvii un rapido intervento di pulizia e di messa in sicurezza dell’intera area esterna al mercato.

http://www.romalife.it/2020/06/16/mercato-dei-fiori-convivenza-difficile-con-i-residenti-regna-incuria-e-degrado-attendiamo-risposte-da-anni/?fbclid=IwAR3QsEV3SUslAoi3hQxk7H3dBex-uzdrWsm0R5_ESK4kfjhYqz-a8wsVYsY

© Riproduzione riservata
Seguimi su facebook